Separazione Bergamo

Lo studio legale Serranò offre una consulenza qualificata in tutte le fasi successive alla fine di un matrimonio, dalla separazione all’eventuale divorzio.

La separazione è la prima fase. Con la separazione, marito e moglie diventano “coniugi separati” e, di conseguenza, non ci sono più doveri coniugali come la fedeltà, l’obbligo di abitare nella stessa casa, l’assistenza morale e l’aiuto materiale dell’altro.
Questo però non implica lo scioglimento del matrimonio e, quindi, non è possibile sposarsi di nuovo. Non si parla quindi di ex marito e di ex moglie.

La fase della separazione è obbligatoria se si vuole raggiungere il divorzio. Non esiste divorzio senza separazione. Invece, può esistere la separazione, senza il divorzio.

La separazione è dunque quella fase transitoria nella quale si può decidere anche di riconciliarsi senza dover effettuare nuovamente il rito del matrimonio.

Separazione a Bergamo

Cosa viene stabilito con la separazione?

Affidarsi ad un avvocato esperto in separazioni come l’Avvocato Serranò è la scelta ideale per poter concludere nel minor tempo possibile le pratiche legate alla separazione.

Separazione con figli. Come funziona?

Questa è una delle situazioni che più preoccupa le coppie che si stanno separando ma, sostanzialmente, la separazione con figli funziona come con il divorzio.
I figli devono continuare a mantenere il loro tenore di vita, devono poter proseguire gli studi e devono crescere con un sostegno morale ed economico da parte di entrambi i genitori.

Per i figli è necessario prevedere un regime di affidamento e collocazione e, al tempo stesso, è indispensabile regolamentare i rapporti con entrambi i genitori e definire l’entità dell’assegno di mantenimento.

La separazione con figli è sempre un momento delicato per il quale è bene affidarsi ad un avvocato esperto nella separazione a Bergamo, come lo studio legale Serranò.

È importante ricordare che, nella separazione con figli, bisogna privilegiare l’interesse di quest’ultimi, soprattutto quando si tratta di minori, figli portatori di handicap o figli economicamente non autosufficienti.

Separazione consensuale o separazione giudiziale?

La separazione consensuale (o stragiudiziale) consente ai coniugi di separarsi di comune accordo. Questo significa che è possibile utilizzare questa procedura solamente quando i coniugi sono riusciti a stabilire accordi per tutte le fasi della separazione, tra le principali abbiamo:

La separazione giudiziale, invece, è un procedimento che indubbiamente richiede più tempo e denaro rispetto alla separazione consensuale ma, purtroppo, è spesso necessario per stabilire diritti e doveri dei coniugi in maniera equa.

La separazione consensuale con figli è la più complessa da raggiungere, perché spesso le due parti non riescono a trovare un accordo sulla gestione e sul mantenimento dei figli che risulti equo agli occhi di entrambi.

La separazione con negoziazione assistita

Nel caso in cui la coppia riesca a stabilire consensualmente tutti i diritti e i doveri conseguenti alla separazione, si può procedere con la negoziazione assistita.
In questo modo è possibile, in tempi brevi, stipulare un vero e proprio contratto tra le parti nel quale entrambi i coniugi si impegnano a risolvere la separazione solo in presenza degli avvocati e senza rivolgersi ad un giudice. È possibile procedere con questa formula anche in caso di presenza di figli minori, portatori di handicap o maggiorenni ma non economicamente autonomi.

Separazione di fatto o separazione legale?

La separazione di fatto è l'interruzzione volontaria e di comune accordo degli obblighi sanciti con il matrimonio da parte di entrambi i coniugi.
Questa tipologia di separazione è anche detta separazione senza giudice. La separazione di fatto non è prevista dal Codice Civile e, di conseguenza, non ha valore legale e non è congrua per intraprendere le pratiche di un divorzio in quanto è un accordo privato tra le parti.

La separazione legale, invece, viene stipulata con la presenza di un avvocato e un giudice che, attraverso una sentenza in caso di separazione giudiziale oppure, attraverso un decreto di omologazione in caso di separazione consensuale, stabilisce legalmente la separazione dei coniugi.

Un'altra tipologia di separazione che viene sempre più spesso affrontata dalle coppie senza figli è la separazione in Comune. In questo caso la presenza di un avvocato non è obbligatoria, ma è caldamente consigliata.
Questo perchè la separazione in Comune ha gli stessi effetti della separazione legale ed è fondamentale per entrambe le parti stabilire nel dettaglio tutte le clausole della separazione ed evitare successive cause di ricorso estremamente costose.

La separazione con colpa

Quando un matrimonio giunge al temine per cause imputabili solamente ad uno dei due coniugi si parla di separazione con colpa.
Questa situazione si verifica quando, per esempio, uno dei due coniugi ha una relazione extraconiugale.

Per effettuare una separazione con colpa (o separazione con addebito), è necessario riuscire a dimostrare che, il tradimento sia iniziato in un periodo antecedente la crisi della coppia e che quindi il tradimento non sia la conseguenza della crisi, ma la sua causa.

Le conseguenze della separazione con colpa sono principalmente economiche.
Il coniuge con colpa perde il diritto ad un eventuale assegno di mantenimento, ma non perde il diritto ad un eventuale assegno per gli alimenti.
Inoltre, se non verrà intrapresa la pratica di divorzio, in questo caso il coniuge con colpa perderà anche il diritto all’ereditarietà.

Quanto dura una separazione?

Dipende tutto (o quasi) da voi.
Purtroppo ci sono separazioni che durano anche anni, soprattutto quando ci sono di mezzo dei figli e i due coniugi non trovano un accordo.
In caso di accordi tra le parti, una separazione consensuale si ottiene nel giro di poche settimane e una separazione giudiziale nel giro di qualche mese. Ovviamente, la separazione consensuale ha costi notevolmente inferiore alla separazione giudiziale.

Un legale esperto nel diritto di famiglia come l’Avvocato Maria Serranò a Bergamo, è fondamentale per poter raggiungere un accordo tra le parti con uguali diritti e doveri per i coniugi e con un occhio di riguardo per i figli e per la delicata situazione che si trovano ad affrontare.

Terminata la fase di separazione, sono 6 i mesi di tempo per fare la domanda di divorzio in caso di separazione consensuale e 12 mesi in caso di separazione giudiziale.

Avvocato Maria Serranò

Esperta non solo in separazione e divorzi, l'Avvocato Maria Serranò, da anni è al fianco dei propri clienti in differenti tipologie di attività.

Primo incontro gratuito,
contattaci senza impegno.

Accettazione Privacy Policy
Controllo Antispam 5 + 2 =

Richiedi informazioni

Siamo sempre a tua completa disposizione, chiamaci allo

035 224434

oppure compila il form sottostante

Accettazione Privacy Policy
Controllo Antispam 5 + 2 =
CHIAMA CONSULENZA
GRATUITA